Rassegna dettagliata di sensori di temperatura per Arduino – Misurare la temperatura con Arduino

Ho recentemente iniziato a costruire un termostato WiFi basato su NodeMCU (ESP8266) controllabile attraverso Telegram.

[TUTORIAL] 1 – Interfacciare NodeMCU (esp8266) con un BOT Telegram – Domotica con Telegram

 

Qui Trovate la guida per poterlo programmare con L’IDE di Arduino

Qui Trovate la guida per interfacciarlo con Telegram

Ma non divaghiamo troppo! Uno dei punti che ho trovato più difficili nella realizzazione del termostato è la scelta del sensore di temperatura. Lo scenario dei sensori di temperatura supportati dalle librerie di Arduino è tutto sommato abbastanza ampio, andiamo però ad analizzare effettivamente la precisione, l’accuratezza a la precisione (parametri con i quali spesso facciamo confusione).

Iscriviti al nostro canale YouTube per saperne di più! 🙂
Facciamo innanzitutto brevemente chiarezza su questi tre parametri che caratterizzano un sensore. Non utilizzerò termini troppo complicati, proverò invece a spiegare in maniera molto grossolana i significati in modo da rendere l’idea.

La PRECISIONE quantifica quanto, ripetendo con lo stesso sensore la stessa misura più volte, i risultati saranno gli stessi. Più i risultati saranno differenti, meno il sensore si può ritenere preciso. Effettuado più misure i valori avranno quindi una dispersione legata alla precisione del sensore, e una media. Da qui partiamo per parlare di ACCURATEZZA.

L’ACCURATEZZA rappresenta, in pochissime parole, quanto la media dei valori misurati si discosta dal VALORE VERO o VALORE DI RIFERIMENTO. Ecco una figura che rappresenta, secondo me chiaramente, il concetto.accuracy_and_precisionPer quanto invece riguarda la RISOLUZIONE, è la capacità, nella misura di una grandezza fisica, di rilevare piccole variazioni della grandezza fisica in esame. Penso che con un esempio tutto questo si chiarifichi molto meglio. Supponiamo di pesare 1kg di sale con una bilancia con risoluzione 0,1kg. Mettiamo sulla bilancia 1kg esatto sulla bilancia, il display ci indicherà 1kg. Aggiungendo 40g di sale la bilancia continuerà a indicare 1,0kg. Continuando ad aggiungere sale fino ad arrivare a 1,050kg la bilancia continuerà a indicare 1,0kg. Possiamo quindi dire che una bilancia con una RISOLUZIONE di 0,1kg, segnerà 1,0kg se sopra di essa metteremo una quantità che va da da 0,950kg a 1,050kg, non riuscendo a rilevare quindi le variazioni di peso all’interno di questo “GAP”.

Dopo aver divagato un po’, arriviamo al sodo! Avevamo iniziato a parlare di sensori….

I sensori che ho avuto modo di provare sono:

DHT11 (OneWire)  –  Datasheet

DHT22 (OneWire)  –  Datasheet

DS18B20 (Onewire)  –  Datasheet

MPU6050  (I2C)  –  Datasheet  (oltre a essere Accelerometro e Giroscopio è anche sensore di temperatura)

Senza stare a fare troppi discorsi vi riporto in una tabella le caratteristiche principali di questi sensori.

[table id=1 /]
[crayon-5df43f78801ed303395803/]

DHT22

[crayon-5df43f78801fc515171938/]

MPU6050


[crayon-5df43f7880201685511252/]

DS18B20


[crayon-5df43f7880207134692646/]
Ecco un video dove illustro l’utilizzo del DHT11

 

Precedente Controller MIDI Arduino e Ableton Live Successivo Controller MIDI e Ableton su Mac OS X